venerdì 4 luglio 2008

Vaccinazioni, vaccini anti-influenzali e virus influenzali?

Mi chiedo... ma è così naturale vaccinarsi?

Questo mio post non vuole essere di tipo medico, visto che non lo sono, ma che sono un paziente e vuole essere un'esperienza personale sui vaccini. Mi sono reso conto che negli ultimi 3 anni il vaccino contro l'influenza stagionale, che prima non avevo mai assunto, non mi ha portato benefici, anzi. E' stato come iniettarmi un virus... e avere diversi effetti collaterali a seguito dell'iniziezione che avrebbe dovuto essere anti-influenzale.

Mi sono chiesto se sia naturale iniettarsi dei virus e aspettare... ho constatato che in questi tre inverni mi sono comunque ammalato o meglio... non ho avuto la crisi della settimana di febbre, ma qualcosa che ritengo peggiore, cioè come una "malattia" durata uno o due mesi, un malessere generale, una stanchezza, difficoltà di concentrazione, nausea, giramenti di testa. Come se la malattia non si fosse sfogata in una febbre, in un'influenza, ma fosse perdurata per un paio di mesi; come se si riversasse verso l'interno dell'organismo invece che all'esterno tramite il fenomeno della febbre.

Ho svolto ricerche in internet e ho trovato questo sito e i seguenti due post:

» Influenza aviaria. Testimonianza di una persona sopravvissuta alla Spagnola del 1918. Il messaggio: se resistete al terrorismo mediatico avrete ottime possibilità che non vi accada niente.

» Le vaccinazioni: una bomba a orologeria?

Senza voler credere in modo assoluto e fideistico ad ogni riga di quel sito, certe informazioni, fanno comunque riflettere.

0 commenti:

Template by - Abdul Munir | Daya Earth Blogger Template | Elaborato da Paolo Guagliumi