domenica 27 giugno 2010

Gli orrori della produzione di uova

Un'investigazione in uno stabilimento di produzione di "galline ovaiole" nello stabilimento più grande del mondo (in U.S.A.) mostra le normali pratiche di uccisione e mutilazione dei pulcini.

I pulcini maschi vengono eliminati gettandoli in un tritacarne. Ne muoiono così 150mila al giorno in questo stabilimento.

Per sapere come mangiare "senza crudeltà. Per ulteriori informazioni visita vegfacile.info.

Ben diverso invece quando la mia nonna aveva il pollaio con le galline che le facevano le uova tutti i giorni. La realtà industriale in questo caso è distruttiva e non ha minimamente il senso dell'etica, manifestando che spesso l'animale è l'uomo.

Nessun commento:

Posta un commento

Nell’inferno delle fabbriche cinesi

DOCUMENTARIO DELLA TV SVIZZERA - Apple con quasi tutti i suoi prodotti ma anche Amazon, Dell, HP, Microsoft, Motorola, Nintendo, Nokia, Sony...